Marlene Suedtirol Sunshine Race

Foto Marlene Südtirol Sunshine Race

Nalles 6 aprile 2014

In una bella e calda giornata primaverile l'elvetica Katrin Leumann ha vinto la 14a edizione della "Marlene Südtirol Sunshine Race" di Nalles, quarta la beniamina locale Eva Lechner.

Cinque i giri complessivi percorsi dalle donne (26,6 km), sette quelli completati dagli uomini (36,6 km). Complessivamente 796 concorrenti da 26 nazioni hanno preso parte alla 14. Marlene Südtirol Sunshine Race.

Gunn-Rita Dahle Flesjaa

Foto 2016

I vincitori: Gunn-Rita Dahle-Flesjå (NOR) - Stephane Tempier (FRA)

Vai alla cronaca

Florian Vogel

Foto 2015

I vincitori: Gunn-Rita Dahle-Flesjå (NOR) - Florian Vogel (SUI)

Vai alla cronaca

Eva Lechner

Foto 2013

I vincitori: Eva Lechner (ITA) - Manuel Fumic (GER)

Vai alla cronaca

Elite donne

Alle 12.45 c'è stata la partenza della categoria Elite donne che ha effettuato un giro di lancio di 1,6 km e 5 giri del tracciato con un totale di 26,6 km.

In campo femminile la sorpresa è arrivata dalla Svizzera e si chiama Katrin Leumann: l'elvetica ribalta i pronostici della vigilia e si impone in solitaria davanti alla fuoriclasse svedese Alexandra Engen. Quest'ultima sconfigge in volata la campionessa olimpica Gunn-Rita Dahle, che si deve accontentare della terza piazza. Niente podio invece per la beniamina di casa Eva Lechner, che cede a metà dell'ultimo giro dopo una gara quasi interamente al comando e si deve accontentare del quarto posto.

Eva Lechner
Eva Lechner
Gunn-Rite Dahle Flesjaa
Gunn-Rite Dahle Flesjaa
Elisabeth Osl
Elisabeth Osl

La prova si apre con le favorite subito agguerrite e non a caso il giro di lancio si conclude con la svizzera Katrin Leumann in testa, seguita a breve distanza dalla beniamina di casa Eva Lechner e dalla campionessa norvegese Gunn-Rita Dahle. Proprio la Lechner sferra un primo attacco nel giro immediatamente successivo, chiudendo la prima tornata in vetta con 8" di vantaggio sull'elvetica Leumann.

Gunn-Rite Dahle Flesjaa
Gunn-Rite Dahle Flesjaa
Eva Lechner
Eva Lechner
Katrin Leumann
Katrin Leumann

Il primo passaggio delle concorrenti al tratto su roccia denominato Keschtnigl. Passa al comando Eva Lechner subito seguita da Katrin Leumann e Gunn-Rita Dahle Flesiaa.

Nel corso del secondo giro ecco poi la rimonta della norvegese Dahle, capace transitare al traguardo in vetta, seppur pedinata come un'ombra dalla Lechner. Terza la Leumann a 20" e quarta l'austriaca Elisabeth Osl.

Nella terza tornata tuttavia, ecco un nuovo sprint della Lechner, superlativa nel riprendere la testa della corsa e nel distanziare al traguardo la rivale norvegese di circa 10". Dahle e Leumann sono in ogni caso avversarie non certo semplici da superare e lo dimostrano nel penultimo giro: entrambe si riportano sulla ruota della leader e le tre chiudono la tornata in fila indiana, lasciando presagire un finale al cardiopalma.

Alexandra Engen
Alexandra Engen
Katrin Leumann
Katrin Leumann
Eva Lechner
Eva Lechner

Gli ultimi chilometri si trasformano invece in un vero e proprio show della Leumann, che stacca le avversarie e vola in solitaria verso il trionfo. Spettacolare anche la rimonta della Engen, che si impone nella volata con la Dahle.

Interviste

Kathrin Leumann: "Nell'ultimo giro sono riuscita a superare il duo di testa. Pensavo che avessero rallentato per poi decidere la gara tra loro allo sprint, ma poi mi sono accorta di avere più energie di loro e sono riuscita ad andare in fuga. Essere riuscita a staccarle mi ha fatto volare ulteriormente. Sono nella discesa conclusiva sono stata molto prudente per evitare problemi proprio alla fine."

Alexandra Engen: "Puntavo semplicemente a fare una bella gara ed a dare tutto, seguendo fino alla fine la mia strategia. Sulla salita dell'ultimo giro ho però notato che le più forti erano sempre più vicine ed ho spinto ulteriormente per tentare di recuperare. Alla fine sono riuscita nell'impresa. La gara mi è piaciuta molto, il percorso era molto vario e stimolante."

Gunn-Rita Dahle: "Abbiamo combattuto costantemente, metro dopo metro. Sono molto contenta. Questa gara mi serviva prima del debutto in Coppa del Mondo di settimana prossima. Sono felice di non aver perso in discesa, mentre le salite si sono rivelate durissime per tutte. La Leumann oggi si è dimostrata più forte ed ha meritato il successo in una gara davvero spettacolare ed appassionante."

Eva Lechner: "Alla fine non ne avevo più. La settimana scorsa sono stata male e nel corso della gara mi sono accorta di non avere energie sufficienti per spingere fino alla fine. Le altre hanno sfruttato l'occasione e mi hanno superato nel finale. Spero in ogni caso di farmi trovare pronta per l'esordio in Coppa del Mondo."

Classifica Elite donne

  1. Katrin Leumann (GHOST FACTORY RACING TEAM) 1h 26' 04"
  2. Alexandra Engen (GHOST FACTORY RACING TEAM) 1h 26' 22"
  3. Rita-Gunn Dahle (MULTIVAN MERIDA BIKING TEAM) 1h 24' 17"
  4. Eva Lechner (TEAM COLNAGO SUDTIROL) 1h 26' 51"
  5. Elisabeth Osl (GHOST FACTORY RACING TEAM) 1h 27' 08"
  6. Teresa Hurikova (SPECIALIZED RACING XC) 1h 27' 58"
  7. Lisa Rabensteiner (FOCUS XC ITALY TEAM) 1h 28' 58"
  8. Serena Calvetti (TEAM CORRATEC-KEIT) 1h 31' 05"

Elite uomini

Start Men Elite
Start Men Elite

Il vice campione del mondo Manuel Fumic bissa il successo del 2013 precedendo nell'ordine il pluricampione italiano Marco Aurelio Fontana e l'austriaco Alexander Gehbauer. Quarto posto per l'altoatesino Gerhard Kerschbaumer, penalizzato da una foratura come peraltro lo stesso Fontana.

La gara maschile si trasforma ben presto in una sfida a tre fra i principali favoriti della vigilia. Il vice campione del mondo Manuel Fumic, il pluricampione italiano Marco Aurelio Fontana ed il campione del mondo under-23 Gerhard Kerschbaumer si affrontano infatti senza esclusione di colpi e distanziano senza esitare la concorrenza.

Al primo passaggio dei concorrenti al tratto su roccia denominato Keschtnigl.

Marco Aurelio Fontana
Marco Aurelio Fontana
Manuel Fumic
Manuel Fumic
Luca Braidot
Luca Braidot

Intorno a metà gara Fontana pare riuscire a prendere un margine sufficiente per puntare al successo, ma è nella 5a delle sette tornate previste che di fatto la prova si decide. Nello spazio di pochi chilometri infatti, sia Fontana che Kerschbaumer vengono penalizzati da una foratura e Fumic può così prendere il largo.

Fontana riesce a limitare i danni a circa 30", mentre Kerschbaumer deve affrontare tutta la discesa con un pneumatico forato e viene superato anche dall'austriaco Alexander Gehbauer, perdendo 1'20" dalla vetta.

Gerhard Kerschbaumer
Gerhard Kerschbaumer
Manuel Fumic
Manuel Fumic
Alexander Gehbauer
Alexander Gehbauer

Il margine accumulato nel terzultimo giro è sufficiente al fuoriclasse tedesco per affrontare in tranquillità le ultime tornate ed ottenere così il secondo successo consecutivo a Nalles dopo quello del 2013.

Interviste

Manuel Fumic: "Quando manca una settimana al via della Coppa del Mondo, nessuno pensa più a nascondersi ed infatti oggi tutti hanno attaccato. Fontana ha lavorato molto al comando, poi è stato penalizzato dalla foratura. Io sono invece riuscito ad andare in fuga ed ho poi controllato. Anche nell'ultimo giro avevo ancora energie e sono riuscito a conservare il mio vantaggio fino alla fine. Sono felice perché la mia forma è buona e questo successo mi infonde indubbiamente fiducia. Vincere qui a Nalles è sempre difficile, ma anche molto bello."

Marco Aurelio Fontana: "Stavo attaccando ed a due giri e mezzo dalla fine ho forato. Ero stanco e recuperare su Fumic era molto difficile. Il mio stato di forma è comunque buono in vista dell'esordio in Coppa del Mondo ed anche questa gara mi è servita per migliorare la mia condizione. Poteva andare meglio, ma sono comunque soddisfatto."

Alex Gehbauer: "Nalles ha saputo confermarsi anche quest'anno una gara molto bella ed assai difficile. Personalmente ho corso quasi sempre da solo e la fatica si è fatta sentire. Mi è dispiaciuto per la foratura del mio compagno di squadra Kerschbaumer, anche se personalmente sono felice per il terzo posto. Ho affrontato l'ultima discesa andando sul sicuro perché sapevo di avere un vantaggio importante."

Gerhard Kerschbaumer: "La foratura mi ha fatto scendere dal 3° al 6° posto e poi recuperare non è stato semplice. Nonostante la malasorte sono contento per il mio attuale stato di forma, mai così buono in questo momento della stagione. Qui a Nalles la gara è sempre bella, con un percorso a me congeniale. Peccato come detto per la sfortuna, arrivassi quarto anche settimana prossima nell'esordio in Coppa del Mondo sarei comunque soddisfatto."

Classifica Elite uomini

  1. Manuel Fumic (CANNONDALE FACTORY RACING) 1h 38' 04"
  2. Marco Aurelio Fontana (CANNONDALE FACTORY RACING) 1h 38' 44"
  3. Alexander Gehbauer (I.IDRO DRAIN BIANCHI) 1h 40' 50"
  4. Gerhard Kerschbaumer (I.IDRO DRAIN BIANCHI) 1h 40' 51"
  5. Andrea Tiberi (FRM FACTORY RACING TEAM ASD) 1h 40' 52"
  6. Karl Markt (OTZTAL SCOTT RACING TEAM) 1h 40' 56
  7. Luca Braidot (GS FORESTALE ASD) 1h 42' 42
  8. Johannes Schweiggl (SILMAX CANNONDALE REC.TEAM ASD) 1h 42' 51
  9. Fabian Rabensteiner (FOCUS XC ITALY TEAM) 1h 43' 06
  10. Anton Cooper (CANNONDALE FACTORY RACING) 1h 43' 19