Bolzano

Associazione Provinciale di Soccorso Croce Bianca

L'Associazione Provinciale di Soccorso Croce Bianca dá la possibilità a molte persone volenterose d'impegnarsi come volontari nel trasporto infermi e nel soccorso.

Fare nuove esperienze, accettare nuove sfide e stare insieme con altre persone che s'impegnano ad aiutare il prossimo, questo è il pensiero fondamentale dei tanti volontari dell'Associazione provinciale di soccorso. L'apprezzamento da parte di malati e trasportati è una forte motivazione a collaborare. Studenti o pensionati, casalinghe, impiegati, artigiani o laureati: la Croce Bianca apprezza l'aiuto di chiunque s'impegni per il prossimo nel suo tempo libero.

Quali vantaggi ha la collaborazione volontaria presso la Croce Bianca?

I volontari ricevono un'ampia formazione con contenuti formativi stabiliti dal legislatore. L'ampia formazione nella medicina d'urgenza un arricchimento personale, che può essere utile in tante situazioni nel futuro del volontario. Il lavoro volontario e la comune collaborazione al soccorso, unitamente alla vocazione ad aiutare il prossimo, arricchisce e fa crescere tutti i partecipanti.

La collaborazione presso la Croce Bianca dá la possibilitá di scambiare esperienze, di decidere autonomamente e di conoscere nuova gente. Con la collaborazione negli organi direttivi delle sezioni, i volontari partecipano attivamente alle decisioni riguardanti l'attività dell'Associazione. La collaborazione degli attualmente ca. 2300 volontari fa sì che l'elevata qualità del soccorso a malati e feriti in Alto Adige possa essere garantita ed aumentata.

A quali attivitá possono collaborare i volontari?

Nelle 30 sezioni della Croce Bianca si possono svolgere attività di trasporti infermi, soccorso, servizio di rimpatrio, pronto intervento in occasione di manifestazioni. In alcune sezioni si può anche partecipare al lavoro con dei gruppi giovani della Croce Bianca, al Telesoccorso, l'Assistenza spirituale d'emergenza o al lavoro amministrativo. I volontari possono scegliere, secondo i propri interessi, il settore d'intervento e la sezione dove vogliono svolgere il servizio.

I tempi di servizio sono quelli, normalmente, non coperti dal personale dipendente, ovvero lavorano le notti, fine settimana e giorni festivi. Tutti i collaboratori della Croce Bianca sono coperti da assicurazione contro infortuni, responsabilità civile verso terzi ed è garantita anche la tutela giudiziaria penale.

Presupposti

  • Età minima 18 anni.
  • Idoneità fisica e psichica.
  • Essere disposti alla formazione e all'aggiornamento professionale.
  • Essere senza precedenti penali.

Come si diventa volontaria/o?

Si rivolga alla sezione della Croce Bianca a Lei più vicina. In un primo colloquio verranno chiarite le Sue aspettative e quali esperienze e conoscenze vorrebbe trasmettere agli altri. Assieme ai collaboratori della Croce Bianca troverà il Suo settore d'intervento preferito. Durante il Suo servizio di volontario/a collaborerà in un gruppo con soccorritori esperti della Croce Bianca e potrà partecipare attivamente alla vita dell'associazione. Pensarci bene, e poi decidere.

Giovani nella Croce Bianca

Molti giovani tra i 12 e i 29 anni d'età frequentano regolarmente le sezioni, acquisendo conoscenze di base di pronto soccorso e igiene, e prendendo confidenza col servizio di soccorso.

In questo modo, ai giovani viene trasmesso, in un clima di gioco, un atteggiamento positivo verso la vita, incoraggiandoli a darsi da fare per gli altri e ad assumersi le proprie responsabilità sociali. L'Associazione provinciale di soccorso Croce Bianca attribuisce una grande importanza ai giovani.

Proprio negli anni dell'adolescenza, infatti, è fondamentale dare ai giovani delle opportunità per trascorrere in modo utile il tempo libero e sviluppare una personalità responsabile. Fin da quest'età, quindi, possono prendere dimestichezza col servizio di soccorso e la sua attività, venendo a conoscere un'associazione sempre pronta ad aiutare il prossimo e le persone in difficoltà.

Cominciare da subito

Nell'attività dei gruppi giovani si punta soprattutto al senso d'appartenenza, al lavoro di gruppo e al divertimento nelle attività collettive. I giovani, sempre seguiti da responsabili, hanno l'opportunità di trascorrere momenti comuni e intensi sia nelle sezioni, sia durante le attività esterne. Proprio in questa fase, inoltre, frequentano dei corsi d'addestramento mirati per la loro futura attività di volontari, in modo che col compimento della maggiore età possano cominciare da subito a lavorare attivamente per l'Associazione di soccorso.

Ogni anno, verso la fine dell'estate, la Croce Bianca organizza per i giovani un campeggio estivo a livello provinciale, per consentire a tutti i gruppi di conoscerci giocando e partecipando alle escursioni.

Attualmente, esistono gruppi giovani nelle sezioni Alta Badia, Bassa Atesina (ad Egna), Bressanone, Merano, Naturno, Nova Levante e Nova Ponente, Prato allo Stelvio, San Candido, Siusi, Silandro, Solda, Val d'Ultimo, Val Sarentino, Valle Aurina e Vipiteno. La loro attività è finanziata prevalentemente con le quote associative. I responsabili dei gruppi giovani lavorano come volontari.