Gustav Mahler Jugendorchester

Orchestre Musica e Gioventù

European Union Youth Orchestra

Fondata nel 1974 da Claudio Abbado la European Union Youth Orchestra (EUYO) è annoverata tra le realtà giovanili più importanti del panorama orchestrale odierno, riunendo nel suo organico alcuni tra i musicisti più dotati. L'EUYO sceglie ogni anno i componenti dei suoi 140 musicisti tra più di 4.000 candidati in età compresa tra i 14 e i 23 anni, provenienti dagli stati dell'Unione Europea.

Le varie tournée hanno portato l'orchestra dalla Cina all'India, dal Nord al Sud America e nell'Europa dell'Est.

La EUYO è stata ospite dei teatri più importanti e nei festival più rinomati, ed ha collaborato tra gli altri con Daniel Barenboim, Leonard Bernstein, James Conlon, Sir Colin Davis, Carlo Maria Giulini, Herbert von Karajan, Zubin Mehta, Mstislav Rostropovich, Kurt Sanderling, e con Martha Argerich, Radu Lupu, Karita Mattila, Viktoria Mullova. Eccellenti orchestre da camera ed ensemble nascono all'interno della EUYO, un esempio tra tutti la Chamber Orchestra of Europe e la Gustav Mahler Jugendorchester. Il direttore musicale è Vladimir Ashkenazy.

Gustav Mahler Jugendorchester

La Gustav Mahler Jugendorchester fondata nel 1986 da Claudio Abbado, dal 1992 è aperta a tutti i musicisti al di sotto dei 26 anni d'età provenienti da ogni paese d'Europa ed è ospite di importanti festival, rassegne ed enti concertistici in tutto il mondo. Tiene due grandi tournée all'anno, preparandosi prima nelle città di residenza: Vienna, Bolzano e Interlaken.

Sin dalla sua fondazione la Gustav Mahler Jugendorchester ha collaborato con i più grandi direttori d'orchestra e solisti di fama internazionale. Il suo repertorio si estende dalla musica classica a quella contemporanea, con particolare riferimento alle grandi opere sinfoniche del romanticismo e tardo romanticismo. Ha inciso per EMI Classic, Deutsche Grammophon, Arte Nova, BMC e Nuova Era. La GMJO è inoltre stata posta sotto l'alto patronato del Consiglio d'Europa.

Orchestre. Musica e Gioventù al Bolzano Festival Bozen

Bolzano Festival Bozen, il tradizionale festival della musica classica porta annualmente a Bolzano i giovani musicisti della Gustav Mahler Jugend Orchester e della European Union Youth Orchestra per una serie di concerti, guidati da direttori di fama internazionale, e per svolgere in città periodi di preparazione e di workshop.

Il Bolzano Festival Bozen non solo offre un programma dei eventi musicali di eccezionale pregio, ma porta anche a vivere in città e a farsi conoscere giovani talenti da tutta europa che a loro volta esportano all'estero il nome e la fama di Bolzano, un momento di scambio culturale tra questi giovani e la città di Bolzano.

La musica classica esercita ancora oggi un grande fascino: a dimostrarlo è la passione dei giovani musicisti che ogni hanno danno vita alle grandi orchestre giovanili Gustav Mahler Jugendorchester, European Union Youth Orchestra, protagoniste della sezione Orchestre Musica e Gioventù.

La Gustav Mahler Jugend Orchester e la European Union Youth Orchestra hanno sede a Bolzano.

Dal 28 luglio al 25 agosto 2016

L'immancabile appuntamento inaugurale nel parco delle Semirurali vedrà protagonista l'Orchestra Haydn diretta da Roberto Molinelli.

"Let's dance" è il titolo e l'auspicio del coinvolgente concerto sotto le stelle del Parco delle Semirurali con cui l'Orchestra Haydn inaugurerà la rassegna "Orchestre. Musica e gioventù" con un programma che spazierà da Rossini al tango (28 agosto).

Il giorno seguente il festival entra nel vivo: Matthias Pintscher, personalità di fama mondiale fra i giovani compositori, dirigerà i musicisti dell'Orchestra dell'Accademia Gustav Mahler alla scoperta delle opere di Schönberg e nell'interpretazione di un Concerto per violino da lui stesso composto (29 luglio).

Formazioni emblema dell'illuminata scommessa europea sul dialogo attraverso la musica, la Gustav Mahler Jugendorchester e la European Unione Youth Orchestra giungeranno a Bolzano, città cui sono legate da decenni, per avvicendarsi in sei concerti sinfonici (15; 19; 20; 22; 25 agosto).

Sarà la GMJO a inaugurare le due intense settimane dedicate alla musica sinfonica dei talenti più brillanti provenienti dalle 28 nazioni europee, con un omaggio alla personalità straordinaria del compositore e direttore d'orchestra Pierre Boulez, recentemente scomparso. Sul podio il direttore Leo McFall accanto al pianista francese Nicholas Angelich (15 agosto).

Quattro giorni dopo la EUYO proporrà il primo degli appuntamenti con la crème della tradizione musicale austriaca, vale a dire Haydn, Mozart, Bruckner e Mahler diretta da Vasily Petrenko, da poco nominato direttore principale dell'orchestra.

Due star internazionali quali Katia e Marielle Labèque, saranno impegnate nel Concerto per due pianoforti di Mozart (19 agosto).

Philippe Jordan, direttore musicale dell'Opéra National di Parigi e direttore principale dei Wiener Symphoniker, dirigerà la GMJO collaborando con l'acclamato baritono Christian Gerhaher. Entrambi già conosciuti dal pubblico bolzanino, saranno protagonisti di due concerti (20 e 22 agosto) il cui programma prevede opere di Gustav Mahler, Bach e Bruckner.

La conclusione della rassegna "Orchestre. Musica e Gioventù" offrirà l'occasione straordinaria di poter ascoltare il direttore onorario della EUYO, il maestro Bernard Haitink, che dirigerà la grande orchestra giovanile assieme a quattro solisti: Lorenza Borrani (violino), Paul Watkins (violoncello), Kai Frömbgen (oboe) e Stefan Schweigert (fagotto) nella raffinata Sinfonia Concertante di Haydn, accanto all'amatissima Settima Sinfonia di Bruckner (25 agosto).

Info
Orchestra Giovanile Bolzano
Via Isarco 2 - 39100 Bolzano
Tel. +39 335 234537
Info
Gustav Mahler Jugendorchester
Goethegasse 1 - A-1010 Wien